Contenuto principale

Documentazione II Assemblea dei Soci

Catanzaro, 17/10/2019

 

A TUTTI I SOCI

LORO SEDI

 

Prot.n.:  201

OGGETTO: Convocazione II Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei Soci di questa Sezione è convocata per il giorno 15 Novembre c.a., alle ore 9.30 in prima convocazione ed alle ore 10.30 in seconda convocazione, presso la Sede Operativa Polivalente sita in Via Vincenzo Gattoleo 2 in Loc. Piterà di Catanzaro

ORDINE DEL GIORNO

  1. Adempimenti Assembleari
  2. Approvazione Relazione Programmatica anno 2020;
  3. Approvazione Bilancio Preventivo anno 2020;
  4. Varie ed eventuali.

 A conclusione dei lavori la sezione ha organizzato un rinfresco al quale sono invitati tutti i soci a partecipare.

Relativamente ai punti 2 e 3, ai sensi dell’Art. 19 Commi 5 e 6 del Regolamento Associativo i documenti sono disponibili presso la sezione dal Lun al Ven dalle ore 11.00 alle ore 12.00 e sul sito internet www.uicatanzaro.it

RELAZIONE PROGRAMMATICA ANNO 2020

 

Cari tutti, soci, amici e soprattutto fratelli,

siamo giunti alla nostra ultima assemblea programmatica che ci vede preventivare quanto la nostra sezione si accingerà a realizzare nell’anno più importante sino ad oggi della nostra esistenza. Il 2020 infatti è l’anno in cui ricade il centenario della nostra fondazione, a genova infatti nel lontano 1920 i precursori della nostra odierna seconda famiglia fondavano l’Unione Italiana dei Ciechi, associazione che da allora radicalmente ha cambiato non solo le nostre abitudini, ma soprattutto il nostro inserimento nella società.

Da allora le battaglie, le rivendicazioni, le programmazioni e gli interventi in favore di tutti i ciechi sono divenuti una costante nella vita giornaliera della nostra associazione e dei suoi rappresentanti.

Oggi siamo qui riuniti cari amici dunque per impostare e definire quelli che saranno i principali cardini della nostra sezione, ciò è per me molto strano, non lo nascondo. Lo è perché in cuor mio ho la consapevolezza che tra un anno di questi tempi non ci sarò io a redigere questo documento, infatti oggi approveremo tutti insieme, una serie di proposte che poi un'altra squadra dovrà portare a termine perché come tutti sapete questa sarà l’ultima assemblea programmatica che mi vedrà alla Presidenza di questa sezione.

La prossima assemblea di Aprile vedrà la nascita di una nuova squadra dirigente, una squadra che avrà l compito di portare sempre più in alto il nome della nostra sezione che negli ultimi 15 anni si è affermata non solo nel tessuto locale, ma anche nazionale.

 

Pur consapevole di quando sopra detto, sono altrettanto certa di voler lasciare la mia impronta per consentire a chi mi succederà di poter agire con le stesse finalità che dal 2005, anno in cui ho presieduto per la prima volta questa sezione, ho voluto ed inteso raggiungere. Ad iniziare dalla cosa che mi stà di piu a cuore ossia la salvaguardia dell’infanzia e di quella che rappresenta il futuro della nostra società. In tal senso sarà opportuno continuare ad intervenire attraverso l’IRIFOR ed ai bandi sul Sostegno alla Genitorialità e sull’Intervento Precoce, progetti che negli anni ci hanno consentito di affiancare le famiglie supportandole non solo dal punti di vista psicologico ma anche dotandole degli strumenti riabilitativi necessari ad avviare i propri figli sin dall’infanzia verso una sempre maggiore autonomia e consapevolezza di poter al pari degli altri esprimersi in ogni settore.

Uno di questi settori non può che non essere la scuola tant’è che anche nel 2020 proseguirà la nostra costante supervisione dei nostri alunni all’interno degli istituti di ogni ordine e grado attraverso la presenza del nostro personale alle riunioni collegiali e non, proseguendo con il costante contatto con gli uffici scolastici Regionale e Provinciale per l’assegnazione dei docenti di sostegno e dove necessario per gli assistenti alla comunicazione.

 

Ovviamente parlare d’infanzia non significa solamente approcciarsi alla disabilità, ma a ciò si affiancherà anche l’attività di Prevenzione della Cecità attraverso il progetto “Occhio ai Bambini” che ci consentirà di sottoporre a screening oculistici i bambini dei 3 agli 11 anni, questo perché abbiamo sempre sostenuto che per abbattere e dimezzare i numeri della nostra categoria è possibile solamente attraverso una corposa attività di Prevenzione della Cecità. Sostanzialmente però l’attività di prevenzione che verrà comunque portata avanti nel 2020 non avrà come unica sua azione la prosecuzione del progetto occhio ai bambini, ma si concentrerà nel proseguire le giornate di prevenzione della cecità per la popolazione itineranti attraverso le collaborazioni con altre realtà del terzo settore ed in loco grazie alla presenza del Gabinetto Oculistico “Mario Barbuto” sito presso la sede polivalente di Piterà. Inoltre non perderemo occasione per divulgare anche la dovuta informazione sul tema ed aderiremo alle numerose giornate tematiche attraverso l’organizzazione di seminari, incontri con la popolazione e diffusione di gadget informativi.

 

Informazione e diffusione, questi saranno anche per il 2020 i punti dal quale far partire l’intera programmazione perché senza informazione e diffusione è impossibile poter raggiungere un target diffuso di utenti. A tal proposito così come fatto di anno in anno, anche l’anno prossimo la sezione si renderà protagonista di una serie di iniziative di vario genere e tema atte alla sempre maggiore diffusione della realtà del cieco, non perderemo infatti l’occasione di far conoscere le nostre istanze attraverso le celebrazioni annuali come la Giornata Nazionale del Braille, la celebrazione del Centenario dalla fondazione della nostra la Giornata del Sordocieco, la giornata del Cane guida e la Giornata Nazionale del Cieco, tutte giornate che con temi diversi hanno l’intento di diffondere e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tante sfaccettature che sono onnipresenti nella vita del cieco.

 

Un dettaglio poco trascurabile è ad esempio quello legato all’aspetto formativo e riabilitativo non solo dei ciechi ed ipovedenti, ma anche dei soggetti i quali oltre alla cecità soffrono di patologie aggiuntive, la pluriminorazione infatti è una condizione disastrosa che merita e necessita di una costante azione, e nel 2020 grazie alla Legge Regionale 17/2019 fortemente da noi voluta proseguirà il precorso riabilitativo ad essi interamente destinato. Aggiungiamo anche che formare e riabilitare restano azioni fini e se stesse se poi a valle non vi è una programmazione che consenta di mettere in atto quanto appreso, da questo proposito infatti, attraverso l’IRIFOR che ha presentato la richiesta, auspichiamo nel 2020 di poter avviare la stamperia braille sezionale che sarà gestita dai nostri giovani ragazzi ciechi, ipovedenti e pluriminorati con l’intento e la voglia di provare a garantire loro uno sbocco occupazionale. Ovviamente ciò sarà possibile con il supporto e l’aiuto di tutti, perché solamente producendo si potranno avere le risorse necessarie a tale scopo, e la produzione è ovviamente legata ad ordini e forniture che dovranno pervenire con l’impegno di tutti.

 

La solidarietà infatti in un ambiente e soprattutto in un contesto territoriale come il nostro deve ricoprire un ruolo fondamentale nella vita associativa di un ente come il nostro tant’è che attraverso anche l’attività corale come ormai consuetudine porteremo il nostro messaggio di speranza ad esempio all’interno dell’istituto penitenziario “U. Caridi” di Catanzaro.

Solidarietà che ovviamente che non si focalizzerà solamente su questa iniziativa e che come da ormai qualche anno a questa parte ci consentirà di vicini alle famiglie indigenti attraverso il Banco Alimentare e la raccolta degli indumenti usati.

Supporteremo la collettività attraverso i servizi legali con il supporto del Consulente Legale Regionale e Fiscale con il supporto del consulente del lavoro e fiscale sezionale oltre che attraverso l’attività di CAF e Patronato. Nello specifico questa ultima attività ricopre un ruolo strategico perché la convenzione nazionale con l’ANMIL ci ha consentito di procedere con l’elaborazione di modelli 730, Unico persone fisiche, Unico imprese, modelli ISEE, Bonus LUCE E GAS, mentre l’attività di patronato ci ha garantito l’elaborazione e la lavorazione di pratiche di riconoscimento cecità civile, riconoscimento invalidità civile, riconoscimento legge l. 104/92, collocamento mirato l. 68/99, assegnazione cane guida, assegnazione insegnante di sostegno, assegnazione in comodato di ausili protesici, relative a comunicazioni con Inps, richiesta estratto contributivo, richiesta CUD, richiesta Obis M, comunicazioni ICRIC, ICLAV e di ricovero, pratiche di disoccupazione ordinaria e straordinaria.

 

Tutto quanto sopra esposto non è sicuramente frutto di visioni utopistiche ma solo un punto dal quale la sezione dovrà proseguire nel suo percorso di crescita. Lascio infatti la sezione in uno stato di grazia e forma che precedentemente non ha mai vissuto, sia dal punto di vista della vita associativa, sia in termini di apprezzamento da parte del territorio locale, regionale e anche Nazionale. Siamo infatti riusciti nell’intento di diventare anche a livello nazionale un esempio di buone prassi per idee e innovazione. Lo dimostra la presenza nel Febbraio 2020 della carovana che la Presidenza Nazionale ha organizzato per il centenario dalla nostra fondazione.

 

Un solo pensiero mi sento però di rivolgere a tutti, ricordate sempre che nel bene e nel male l’UICI è nostra madre, nostra protettrice e nostra guida, mai dovremo infatti anteporre i nostri interessi personali a quelli di questa grande organizzazione senza la quale oggi forse ben pochi sarebbero i soggetti che possono definirsi parte attiva della società per cui mettete da parte ogni incomprensione, malumore o diniego, fate si che l’UICI continui sempre ad avere quella marcia in più che le consenta di essere punto di riferimento non solo per coloro che sono già in età matura, ma anche per quelle famiglie che spesso spaesate necessitano di un sostegno ed una guida.

Grazie per questi favolosi 15 anni che sono stati per me e per le mie squadre anni di sacrifici, battaglie, lotte ma anche di soddisfazioni e riconoscimenti.

 

Il Presidente

Luciana Loprete

 

PROVENTI

 

CONTRIBUTI A CARICO dei soci

-        Soci ordinari

-        Soci sostenitori

12000,00

CONTRIBUTI REGIONALI

-        Legge 44/2002

-        Contributo 13/12/2017

42000,00

TRASFERIMENTI DA COMUNI E PROVINCE

-        Accompagnamento alunni disabili

9080,00

TRASFERIMENTI CORR. ALTRI ENTI PUBBLICI E PRIVATI

-        Presidenza Nazionale UICI 12500,00

-        Presidenza Nazionale IAPB 3000,00

-        Presidenza Regionale UICI 2000,00

-        Presidenza Regionale IAPB 55000,00

72450,00

AGENZIA DELLE ENTRATE (5X1000)

9522,00

VENDITE BIGLIETTI E PUBBLICAZIONI0

2400,00

INTERESSI ATTIVI SU DEPOSITI

8,00

                                    TOTALE PROVENTI

147460,00

COSTI

 

COSTI PER GLI ORGANI DELL'ENTE

2000,00

ONERI PER IL PERSONALE IN ATTIVITA' E COLLABORATORI

40000,00

IMPOSTE E TASSE

2400,00

COMPENSI COLLABORATORI E PROFESSIONISTI

40000,00

USCITE PER L’ACQUISTO BENI CONSUMO E RAPP.

26000,00

USCITE PER FUNZIONAMENTO UFFICIO

Bollette Telefono

Luce E GAS

Assicurazioni auto

Assicurazione Ufficio

11000,00

INIZIATIVE VARIE FINANZIAMENTO E/O COFINANZIAMENTO

BRAILLE, CANE GUIDA, 13 DICEMBRE ECC..

16020,00

ACQ, ALTRI BENI (IMM. IMMATERIALI)

4512,00

ONERI FINANZIARI

108,00

Rimborsi e CONSULENZE

-        Commercialista e Consulente del Lavoro

-        Geometra perizie sede

-        Certificazione ISO

2210,00

ALTRE SPESE (CANCELLERIA, SPESE VIVE AUTOMEZZO)

3210,00

ACQUISTI RIMANDATI ALL’ESERCIZIO SUCCESSIVO

0,00

 COSTI  CORRENTI

147460,00